RosaRubea

Il Progetto

The voice of the hidden waterfall

RosaRubea è un progetto multimediale in cui si fondono diverse forme d'arte: musica, poesia e arti visive.

E' Espressione, Visione e Manifestazione.
L'arte e la creazione in RosaRubea sono esplorazione e sperimentazione nei territori dell'Ignoto, che nella dimensione live si fanno Rituale.

RosaRubea è la Rubedo alchemica, l'ultima fase dell'"Opus Magnum" o "Opus Chemicum", che annuncia la trasmutazione del metallo vile in Oro.

Membri:
Daniela Bedeski: concept, voce, testi, musica, arrangiamenti
Marco Bosio: pianoforte, arrangiamenti
Ermanno Fabbri: chitarra, musica, arrangiamenti
Yann Turrini: elettronica, musica, arrangiamenti

Collaboratori:
Davide Andreoni: chitarra
Francesco Chimenti: violoncello
Annamaria Bernadette Cristian: violoncello
Mauro Franceschini: batteria, percussioni
Zeno Gabaglio: violoncello

Ex-membri:
Pino Carafa: musica, arrangiamenti, synths, samplers
Michele Fiore: batteria, percussioni

Etichetta: Old Europa Cafe

Biografia

RosaRubea nasce a Milano tra il 2009 e il 2010 dalla collaborazione tra Daniela Bedeski (già nota come voce solista - soprano - della cult band Camerata Mediolanense) e Pino Carafa (compositore di musica elettronica), anch'egli collaboratore della Camerata Mediolanense, rispondendo a una forte esigenza espressiva e creativa.
Fin da subito, lo spirito che anima il duo è quello della sperimentazione: l'elettronica e la voce di soprano talentuoso e versatile di Daniela Bedeski (ideatrice del concept e coautrice delle musiche, oltre che autrice dei testi) ben si sposano, traducendo un intenso dinamismo creativo.

Ben presto il desiderio di ampliare il duo in un vero e proprio ensemble che unisca l'elettronica alla classica si concretizza con l'aggiunta di Marco Bosio al pianoforte, Zeno Gabaglio al violoncello e Michele Fiore alle percussioni.
Nasce così l'EP d'esordio, "The Fire and The Rose", uscito il 28 aprile 2011 per la meritoria etichetta italiana Old Europa Cafe, disco incentrato sul concetto di nascita-morte-rinascita attraverso i quattro elementi.
L'ensemble con il suo EP d'esordio riceve subito l'attenzione delle principali riviste musicali italiane e delle webzines italiane e straniere, con ampi riconoscimenti.
Il suo debutto estero avviene subito nel giugno del 2011 al XX Wave Gotik Treffen di Lipsia, sul palco del prestigioso Schauspielhaus.

Nel 2012 avviene un importante cambiamento nel gruppo, segnato dall'uscita di Pino Carafa e dall'ingresso di Yann Turrini ai synths e tastiere e di Ermanno Fabbri alla chitarra. Lo sperimentalismo ora si apre a un più ampio spettro musicale, viaggiando verso i lidi di una psichedelia straniante e di un'elettronica a tratti ruvida e incisiva, su cui la voce della Bedeski, ora lieve ora fonda, sempre intensa, intesse trame inedite.

Dopo la pubblicazione nel febbraio 2013 di 'TRE ERT TRE', CDr, OEC, live al Villa Festival 2012, edizione di pregio limitata a 111 copie, la band lavora intensamente al lavoro successivo: è così che l'11 settembre 2015 RosaRubea pubblica il suo primo vero full-length album, "Chrysalide", CD, Old Europa Cafe.
"Chrysalide" è un concept album di trapasso: le metamorfosi della Crisalide segnano il passo verso un ulteriore movimento di ricerca musicale ed espressiva.
L'album ottiene ottime recensioni sulle principali riviste musicali italiane (Rockerilla, Rumore, Blow Up) e su webzines italiane e straniere, e viene inserito da molte di esse nei "Best Of" del 2015.
Con il 2016, RosaRubea amplia il suo organico live, aprendosi alla collaborazione di Annamaria Bernadette Cristian (violoncello), Francesco Chimenti (violoncello), Davide Andreoni (chitarra), Mauro Franceschini (batteria, percussioni).

Membri del gruppo:
Daniela Bedeski: concept, musica, testi, voce, arrangiamenti
Marco Bosio: pianoforte, arrangiamenti
Ermanno Fabbri: chitarra, basso, musica, arrangiamenti
Yann Turrini: elettronica, musica, arrrangiamenti

Collaboratori:
Davide Andreoni: chitarra
Francesco Chimenti: violoncello
Annamaria Bernadette Cristian: violoncello
Mauro Franceschini: batteria, percussioni
Zeno Gabaglio: violoncello

Playlist